Migranti a Venezia

Giornata mondiale del rifugiato

Posted in diritto d'asilo, eventi e incontri, venezia by Pamela Pasian on 18 giugno 2009

rifugiato_web

Il 20 giugno è la giornata mondiale del rifugiato.

L’articolo 1 della Convenzione di Ginevra del 1951 definisce come rifugiato colui che “temendo a ragione di essere perseguitato per motivi di razza, religione, nazionalità, appartenenza ad un determinato gruppo sociale o per le sue opinioni politiche, si trova fuori del Paese di cui è cittadino e non può o non vuole, a causa di questo timore, avvalersi della protezione di questo Paese”.

Il Comune di Venezia, Servizio Pronto Intervento Sociale per Non Residenti, Unità Interventi per Richiedenti Asilo e Rifugiati ha deciso di onorare tutte le persone che cercano protezione internazionale nel nostro Paese organizzando per venerdì 19 giugno, una festa presso il Centro BOA — Centro di Accoglienza per Richiedenti Asilo e Rifugiati.

A partire dalle ore 17.30 il Centro BOA, situato in Via Pezzana 1 a Tessera, accoglierà chiunque desideri partecipare alla festa.

Il programma prevede:

17.30 Torneo di calcetto interculturale; attività per bambini e laboratorio di aquiloni. Il tutto sarà accompagnato dalla musica del Musou Sound e Mighty Cez.
19.30 Cena con grigliata e pietanze tipiche preparate e offerte dai rifugiati.
21.00 Spettacolo teatrale “NONNE E DONNE. Il passato di una storia e il futuro di una speranza”
22.30 Concerto di percussioni del gruppo musicale COMBO.

La festa, completamente gratuita, è aperta a tutta la cittadinanza e vuole costituire un importante momento di condivisione.

Scarica la locandina dell'evento! Giornata mondiale del Rifugiato 2009
Annunci

Commenti disabilitati su Giornata mondiale del rifugiato

Riapertura del Boldù

Posted in eventi e incontri, venezia by fananna on 22 marzo 2009

foto di piermario da Flickr (cc)

Sorpresa. 557 firme. Lista in fase d’aggiornamento.

Le numerose sottoscrizioni all’appello lanciato per la riapertura del centro culturale Boldù hanno aiutato a sbloccare la situazione, che resta comunque altamente instabile.  La disponibilità dei locali di palazzo Boldù, infatti, è stata concessa solo fino al 31 maggio. L’intervento del Comune di Venezia ha portato alla formulazione di alcune ipotesi, ma per il futuro del centro culturale e aggregativo ancora nessuna certezza. Il 24 marzo alle ore 21.00 ci sarà la festa di riapertura, ma la mobilitazione continua, Venezia non si lascia affondare (per il momento).

Se vuoi leggere e sottoscrivere l’appello visita il sito del Boldù.

Grazie a piermario per la foto!

Commenti disabilitati su Riapertura del Boldù

Da Kabul a Venezia facciamo correre i pensieri

Posted in eventi e incontri, venezia by enricabordignon on 19 marzo 2009

foto di motumboe da Flickr (cc)

Una settimana di corso pratico per far volare gli aquiloni e prepararsi ai festeggiamenti del capodanno afghano. Poteva esserci idea migliore?

La celebrazione dell’anno nuovo, in coincidenza col solstizio di primavera, è considerata un’antica tradizione zoroastriana, ma in realtà le sue origini paiono risalire ad un’epoca più antica. Già 5000 anni fa, infatti, sembra fosse tradizione tra le genti dell’Iran e del Khorasan Bozorg, attuale Afghanistan, celebrare questa festa, legata principalmente ai cicli naturali, identificando l’inizio dell’anno con il risveglio della natura e la ripresa dei cicli agricoli.

Nauruz (capodanno afghano) non è solo la più importante festa dell’anno, ma è il simbolo per eccellenza della rinascita e della speranza; la stessa speranza che si nasconde dietro i progetti migratori di tanti giovani afghani in fuga dalla guerra e in cerca di un futuro migliore e di Pace nella “Terra dei Diritti Umani”.

Organizzato dal Progetto Piano Locale Giovani in collaborazione con la Rete Tuttiidirittiumanipertutti, l’Associazione Culturale degli Afghani in Italia (sede di Venezia), il Servizio Centrale del Sistema di protezione richiedenti asilo e rifugiati-Anci e la Comunità degli Artisti Afghani in Italia; “Da Kabul a Venezia facciamo correre i pensieri” è un evento che ha proposto, a partire dal 15 marzo, sette pomeriggi: dalle ore 15.00 alle 18.00, rivolti a tutti coloro che vogliono sperimentare e condividere l’arte della costruzione degli aquiloni. Questi i prossimi incontri:

  • giovedì 19 marzo in Piazza Ferretto – Mestre / Campo San Polo – Venezia
  • venerdì 20 marzo in Piazza Ferretto – Mestre / Campo San Giacomo dell’Orio – Venezia
  • sabato 21 marzo in Piazza Ferretto – Mestre / Piazza San Marco – Venezia

Per il festeggiamento vero e proprio del Nouroz 1388, l’appuntamento invece è a Marghera, al Fucina Controvento  domenica 22 marzo alle ore 16.00, con il concerto della star afghana Dawood Sarkosh e un volo di 1000 aquiloni colorati costruiti a mano dai ragazzi della Comunità Afgana di Venezia. Guarda il volantino!

Grazie a motumboe per la foto!

L’incontro passa per la danza

Posted in eventi e incontri by Pamela Pasian on 17 febbraio 2009

Sulla scia del successo ottenuto con una “Cena per tutti” il 3 agosto scorso, i Beati Costruttori di Pace si fanno promotori di una nuova iniziativa: “Abracciaperte”. L’evento si terrà a Padova, in Piazza delle Erbe, domenica 22 febbraio e sarà una grande festa da ballo.

Nella società italiana, in questi ultimi anni, si è diffuso un clima di chiusura e diffidenza nei confronti dell’altro, in particolar modo di migranti ed emarginati. Nonostante i numerosi atteggiamenti di intolleranza, si possono tuttavia riscontrare molte esperienze positive di convivenza solidale e d’integrazione, delle quali la giornata di Padova si propone di portare testimonianza.

L’obiettivo della festa è proprio questo: dar voce a queste esperienze, creando inoltre un’occasione in cui l’allegria e spensieratezza della danza fungano da veicolo per l’arricchimento e la crescita reciproca.

Per maggiori informazioni: www.beati.org

Thanks to Professor Bop for the picture!

Commenti disabilitati su L’incontro passa per la danza