Migranti a Venezia

Fine delle trasmissioni

Posted in varie ed eventuali by Redazione on 6 aprile 2010

Abbiamo provato a farlo ripartire: ahinoi, niente da fare! Il blog chiude qui ufficialmente la sua attività. Semmai torneremo a calcare il web ne avrete notizia; ad ogni modo, l’archivio degli articoli resterà per sempre (! :>) disponibile.

Grazie a tutte e tutti coloro che ci hanno letti!

Annunci
Tagged with:

Commenti disabilitati su Fine delle trasmissioni

Rivoluzione nel mondo dei pastelli a cera e auguri

Posted in varie ed eventuali by enricabordignon on 27 dicembre 2009

I pastelli a cera Crayola sono tra i più utilizzati al mondo e il loro odore figura tra i 20 odori più riconosciuti dagli adulti americani. A base di cera paraffina e pigmenti di colore nascono nel 1903 dal desiderio dei cugini Edwin Binney e Harold Smith di produrre pastelli per bambini e pur mantenendo immutata la familiare confezione, Crayola ha adeguato e aggiornato costantemente la sua collezione di tinte. La prima scatola di pastelli, venduta a un quarto di dollaro, conteneva al suo interno otto colori: rosso, blu, giallo, verde, viola, arancione, marrone e nero. Tra il 1949 e il 1957 furono aggiunti altri quaranta colori tra i quali albicocca, argento, giallo limone e mais che sarebbero stati eliminati nel 1990 per lasciar spazio ad altri colori ancora. I pastelli fluorescenti, come il rosa e il magenta, sono stati molto popolari negli anni Settanta e Ottanta, mentre nel 1993 fu aggiunto un improbabile colore “maccheroni al formaggio”. Il grande successo dei pastelli Crayola può essere parzialmente ascritto alla capacità di adattarsi alle esigenze di ciascun fruitore e all’aver ascoltato nel tempo i suggerimenti di genitori e insegnanti.

Nel 1962 il color “carne” fu ribattezzato “pesca”, in quanto fu riconosciuto che la pelle umana non sempre è di quel colore. La semplicità di questa intuizione è folgorante e così potente da realizzare una significativa rivoluzione seppur nel mondo dei pastelli a cera!

Sarebbe bello che ogni giorno le persone avessero queste semplici intuizioni che provocano rivoluzioni. Con questo pensiero e rimanendo in tema ci auguriamo che il Natale appena passato sia stato per tutti pieno di colore…e non solo bianco…e che questa policromia ci accompagni davvero a lungo! A tutti buone feste!

Foto di Muscolinos!

Commenti disabilitati su Rivoluzione nel mondo dei pastelli a cera e auguri

Non scappate!

Posted in varie ed eventuali by Redazione on 6 novembre 2009

11-24-07 Hamster

La redazione è al lavoro, torneremo presto in onda…

P.S. Vi piace il (leggero) restyling?

Foto di Artbandito su Flickr sotto licenza Creative Commons.

Commenti disabilitati su Non scappate!

Swinging rendez-vous

Posted in varie ed eventuali by Redazione on 4 aprile 2009

Tratto da questo film imperdibile.
Buon finesettimana!

Commenti disabilitati su Swinging rendez-vous

Il Ministro Maroni: Arriva la raccolta punti-cittadinanza “L’Italia la Vinci!”

Posted in notizie, varie ed eventuali by Redazione on 1 aprile 2009

ATTENZIONE!

Questo articolo è un pesce d’aprile.
Tutto ciò che vi è affermato è palesemente falso.

Roberto Maroni

Il Ministro dell’Interno Roberto Maroni ha annunciato — in una conferenza stampa tenutasi al Viminale stamani, mercoledì 1° aprile — che un team di giuristi del suo gabinetto è da tempo al lavoro su un Decreto legge, la cui emanazione è prevista per il mese di giugno.

La notizia ha fatto subito scalpore, per via del suo contenuto a dir poco rivoluzionario: il Decreto in cantiere introdurrà una nuova modalità per l’ottenimento della cittadinanza italiana, che aprirà di fatto le porte del Bel Paese a centinaia di migliaia di persone immigrate costrette, finora, alle snervanti procedure di rinnovo del permesso di soggiorno.

L’iniziativa ha già un nome (e un logo: vedi qui sotto), “L’Italia la Vinci!” — facile e di dubbio gusto il richiamo al nome del grande Leonardo. Si tratta, in parole spicciole, di una raccolta punti, paragonabile a quelle che tutti noi conosciamo e che ci vengono proposte quotidianamente da supermercati, compagnie telefoniche, seggi elettorali.

Logo de "L'Italia la Vinci!"

L’idea alla base del nuovo progetto ministeriale è semplice: quale parametro migliore può stabilire il diritto di una persona a ricevere la cittadinanza del nostro paese, se non il suo grado di italianità? E che cosa può rivelare tale grado di italianità, meglio delle abitudini di consumo della persona in esame?

Ecco che la squadra di tecnici del Ministero ha elaborato una complessa tabella di equipollenze atta ad attribuire, per determinati tipi di beni acquistati o servizi fruiti, un certo numero di “punti-cittadinanza” (così chiamati dal Ministro durante la conferenza stampa, ma il nome è provvisorio). Tutto questo nell’ottica — comprensibilmente — di favorire il made in Italy e rilanciare, così, l’economia nazionale in questo periodo di crisi.

Facciamo alcuni esempi:

un pieno di benzina all’Agip >> 3 p.ti
25 kg di pasta italiana di marca (Barilla, Voiello, De Cecco, Garofalo, Jolly) >> 1 p.to
un elicottero militare Agusta >> 100 p.ti
un set da tifo azzurro bandana-maglietta-bandiera >> 20 p.ti
una pastasciutta al pomodoro (in uno dei 100 ristoranti convenzionati) >> 3 p.ti
una serenata all’amata in lingua italiana >> 5 p.ti
una serenata all’amata in lingua italiana con mandolino >> 10 p.ti
un anno di contributi all’INPS >> 1/2 p.to
una visita a Piazza San Pietro >> 300 p.ti

La soglia da raggiungere per l’ottenimento della cittadinanza, previa vidimazione del Presidente della Repubblica, sarà fissata, sembra, a 1.000 punti. Tuttavia, saranno presenti una serie di possibilità aggiuntive come il “pacchetto famiglia”, che consentirà di italianizzare fino a tre familiari con soli 2.000 punti; la “cittadinanza veloce”, per chi vuole diventare cittadino in pochi giorni (10.000 punti); e la “cittadinanza onoraria”, che per soli 100.000 punti consente di annettere all’Italia un intero paese o villaggio straniero (max 20.000 abitanti). Il Ministro Maroni ha tenuto a sottolineare che i punti non saranno cumulabili con quelli di altre promozioni, né cedibili; ancora non sono state chiarite, invece, le modalità di accreditamento degli stessi.

Con questa iniziativa dal forte contenuto d’innovazione il Governo intende risolvere, d’un sol colpo, l’annoso problema dell’ottenimento della cittadinanza, la piaga della cucina etnica, l’integrazione sociale nelle periferie e l’affermazione del marchio “Italia” in patria e nel mondo. Siamo certi che ci riuscirà.

Per approfondire, cliccate qui.

A.A.A. CAPOREDATTORE CERCASI

Posted in varie ed eventuali, venezia by Redazione on 15 gennaio 2009

babboinaeroplano038

Ciao a tutti e buon anno nuovo!

Chi avesse visitato questo blog negli ultimi tempi, avrà visto che — dopo un lungo periodo di inattività — qualcosa ha ricominciato a muoversi (l’aspetto grafico è stato rinnovato, sono state modificate le pagine fisse ed è apparso qualche nuovo post); tuttavia, il lettore attento avrà avuto giuoco facile nel notare come questo stesso blog sia ancora lungi dall’essere quella “vetrina sul mondo dell’immigrazione nell’area veneziana (e non solo)” quale — come dichiarato nella presentazione — vorrebbe essere.

La ragione di questo decollo a metà è molto semplice: mancano le forze; ovvero, le forze che sono al lavoro attualmente non bastano a mandare avanti la baracca e a farla diventare, almeno, una casetta con giardino.

Come saprete, Migranti a Venezia è nato nell’alveo del Servizio Immigrazione del Comune di Venezia, che continua ad esserne il punto di riferimento privilegiato. Essendoci bisogno di nuove forze, ecco che arriveranno proprio da lì: è ormai questione di giorni prima che i volontari di Servizio Civile (presso il Servizio Immigrazione stesso) inizino a dedicarsi, anima e corpo, alla scrittura e redazione del blog — e in parte l’hanno già fatto.

D’altro canto, non può esserci una redazione senza qualcuno che tiri le fila: cerchiamo, nel nostro piccolo, un caporedattore. Arriviamo così all’annuncio (di stage) qui sotto, che forse avrete già letto altrove — altrimenti, lo leggerete adesso ;)

Cerchi uno stage dinamico e stimolante?

Il Servizio Immigrazione e Promozione dei Diritti di Cittadinanza del Comune di Venezia cerca un caporedattore per la gestione del suo nuovo blog: https://migranti.wordpress.com

Se ti piace scrivere, ti muovi con dimestichezza in rete e il mondo dell’intercultura ti appassiona, invia il curriculum a cittadinistranieri@comune.venezia.it con oggetto “richiesta stage”, e verrai contattato per un colloquio.

Vi aspettiamo!

(Grazie a Filastrocche di Viola per l'immagine.)

Commenti disabilitati su A.A.A. CAPOREDATTORE CERCASI

Auguri!

Posted in varie ed eventuali by Redazione on 23 dicembre 2008

Auguriamo a tutti buon Natale e buon anno nuovo!
Vi lasciamo con questo video, Where the Hell is Matt? (2008), uno dei più visti della Rete negli ultimi mesi.
…Arrivederci nel 2009!

Tagged with: , ,

Commenti disabilitati su Auguri!

Benvenuti

Posted in varie ed eventuali, venezia by Redazione on 16 giugno 2008

FedericaAndreaNicola

Inauguriamo oggi il blog del Servizio Immigrazione di Venezia.

Questo blog nasce per promuovere il progetto di Servizio Civile presso il Servizio Immigrazione e Promozione dei Diritti di Cittadinanza del Comune di Venezia, in occasione della recente pubblicazione del bando 2008 del Servizio Civile Nazionale, che scadrà il prossimo 7 luglio.

Qui potrete trovare tutte le informazioni utili alla presentazione della domanda di Servizio Civile presso di noi, nonché delucidazioni sulle attività del progetto, testimonianze dei volontari degli anni passati e tutti i recapiti per mettervi in contatto con noi, via internet, telefono o a tu per tu.

Metteremo sul blog anche gli appuntamenti legati al Servizio Immigrazione e al Servizio Civile, quali incontri, presentazioni, eventi. Quindi, non perdeteci di vista!

– i volontari SCN del Servizio Immigrazione

Tagged with: , ,

Commenti disabilitati su Benvenuti