Migranti a Venezia

I Padox ringraziano

Posted in eventi e incontri, venezia by Redazione on 26 marzo 2009

"Thank You" by mandiberg on Flickr (cc)

Il mese scorso abbiamo seguito (vai all’articolo) l’arrivo a Venezia dei Padox, marionette-travestimenti dall’aspetto singolare, protagonisti di un’opera di teatro di strada della Compagnie Houdart-Heuclin e di Gemmes et Compagnie.

La presenza di queste goffe figure dalla testa grossa — tramite le quali gli autori hanno inteso rappresentare l’altro, il diverso e, con esso, il fenomeno contemporaneo dell’immigrazione di massa — ha accompagnato la nostra città durante il Carnevale e ha avuto fine con lo spettacolo tenutosi al teatro Momo di Mestre la sera di martedì grasso.

Margherita Piantini di Gemmes et Compagnie ha voluto mandare una lettera di ringraziamento a tutti coloro che hanno preso parte alla vicenda, indossando i panni dei Padox, incontrandoli per strada o seguendoli fedelmente fin dentro al teatro. Ne riportiamo di seguito il testo.

I Padox,

così ben accolti a Venezia e Mestre, vogliono esprimere la loro soddisfazione e ringraziare tutti coloro che hanno permesso loro di sbarcare, di formare un gruppo affiatato e entusiasta e di incontrare un pubblico caloroso e vario sia veneziano che mestrino.
(Un grazie particolare a Roberta e Loris dell’ETAM che sono stati negli ultimi mesi i loro padrino e madrina)

I Padox sono ripartiti per altre terre, ad incontrare nuove genti, ma non tutti, il gruppo veneziano composto da afgani, albanesi, italiani, ucraini… si è scambiato numeri e indirizzi e intende mantenere l’amicizia, se possibile prolungare l’esperienza, forse sotto altre forme, in altre occasioni; anche a voi, che già li avete accolti, chiedono di ripensare a loro.

E se qualcuno dal viso un po’ strano, semplicemente diverso, girata la calle, passato l’incrocio, vi guarda,
un po’ timido forse ma certo curioso, non temete l’indiscreto viandante, poiché dietro la maschera umana, di un Paese o di un altro, c’è ancora un Padox qui approdato e rimasto, egli vuole incontrare, egli cerca l’abbraccio, egli ha molto da dare.

Passa parola…

Margherita Piantini
per i PADOX

P.S. Per chi volesse seguire le avventure dei Padox vi ricordiamo il sito:
http://d.houdart.free.fr/padox.php

Stiamo inoltre raccogliendo foto e video che faremo poi girare.
Se qualcuno di voi avesse della documentazione da mettere in comune si metta in contatto con me:

Margherita Piantini
margherita.piantini@gemmesetcompagnie.com
http://www.gemmesetcompagnie.com
146 rue de Charenton
75012 – Paris

Tel. Italia:
+ 39 041 52 46 007
+ 39 348 09 34 187
Tel. France:
+ 33 (0)1 43 48 27 59
+ 33 (0)6 35 97 74 03

Per leggere gli altri articoli dedicati ai Padox su questo blog, clicca qui.

Picture by mandiberg on Flickr (creative commons): thank you!
Grazie a RadioScarico per il video.
Annunci

Commenti disabilitati su I Padox ringraziano

Donne senza confini

Posted in eventi e incontri, venezia by larafontani on 23 marzo 2009

foto di ST33VO da Flickr (cc)

È partita la IV Edizione del Concorso per videoproduzioni “Venice & Video“, Concorso di cortometraggi che si prefigge di raccontare la città di Venezia (isole incluse) con immagini e storie lontane da visioni stereotipate:

Venice&Video nasce dal desiderio di raccontare, attraverso la creatività di giovani artisti, una diversa dimensione della Città in tutti i suoi diversi aspetti.

A partire da questa Edizione “Venice & Video” si rinnova e propone una tematica specifica: quest’anno l’attenzione è centrata sulla multiculturalità declinata al femminile, il titolo della IV Edizione è infatti “Donne senza confini“:

Conoscere, quindi, in un’ottica di genere, le culture “altre”, scoprire quale ruolo hanno le donne in quelle culture e quali rapporti nascono quando sono proiettati in paese stranieri e soprattutto capire come la Città e la terraferma si rapportano con le culture altre.

Il Concorso è aperto a tutti i videomaker non professionisti al di sotto dei 35 anni di età. La partecipazione è gratuita. La domanda di partecipazione deve pervenire entro il 20 aprile 2009, presso la segreteria di SHYLOCK Centro Universitario Teatrale di Venezia. I lavori pervenuti saranno valutati da un’apposita giuria, e saranno presentati giovedì 28 maggio 2009 nel corso della premiazione che avrà luogo presso il Teatro ai Frari di Venezia. Il vincitore riceverà un premio di €.700,00. Il Concorso è organizzato da Cinit-Cineforum Italiano in collaborazione con il Centro Donna del Comune di Venezia e da ShylockCentro Universitario Teatrale di Venezia. Shylock-CUT è un’associazione fondata nel 1999 per volontà di alcuni membri del precedente C.U.T., attivo dal 1991 al 1998. L’ associazione promuove e organizza attività di ricerca, produzione e formazione nel settore dello spettacolo. Tra le tante e ricche attività di ricerca in corso vi è il progetto “Immigrazione e confronto interculturale a Venezia“, (guarda il nostro post su questa notizia), realizzato in collaborazione con il Master sull’Immigrazione-Fenomeni migratori e trasformazioni sociali dell’Università Ca’ Foscari . Il bando del video concorso si può scaricare dal sito di Shylock.

Grazie a ST33VO per la foto!

Commenti disabilitati su Donne senza confini

Inaugurazione

Posted in eventi e incontri, venezia by Redazione on 11 marzo 2009

NIGRA SUM SED FORMOSA

Domani, giovedì 12 marzo 2009, alle ore 12 presso la sala riunioni della sede centrale di Ca’ Foscari (Dorsoduro 3246, Venezia), si terrà la presentazione della mostra “NIGRA SUM SED FORMOSA. Sacro e bellezza dell’Etiopia cristiana”.

La mostra, prima in Italia interamente dedicata all’arte etiope, sarà visitabile dal 13 marzo al 10 maggio.
Per saperne di più, cliccate qui o visitate il sito ufficiale.

Commenti disabilitati su Inaugurazione

Nero

Posted in eventi e incontri, venezia by Redazione on 27 febbraio 2009

nero

Questa domenica (1° marzo) il Teatro Piccolo Arsenale di Venezia (vedi mappa) ospiterà, dalle 16 alle 20.30, lo spettacolo “NERO-inferno. Trilogia quasi dantesca sicuramente non salvifica” (NERO-hell. Trilogy almost Dantesque, but surely not saving) del Gruppo Ponte Radio, in collaborazione con il Jenin Creative Cultural Centre e La Biennale di Venezia. (Clicca qui per vedere l’elenco completo dei produttori, collaboratori e sostenitori dello spettacolo.)

Si tratta (udite udite!) della prima europea, cui farà seguito l’appuntamento di giovedì 5 marzo allo Haus der Kulturen der Welt di Berlino.

NERO-inferno è il primo episodio di una trilogia (Trilogia quasi dantesca, sicuramente non salvifica) così articolata:

Nero – Palestina Inferno (2008)
Rosso – Berlino Purgatorio (2009)
Bianco – Libano Paradiso (2010)

Una trilogia che, ci dicono gli autori, si propone di “cercare la vita nel sottosuolo”:

Un pezzo di pane in mezzo ad una distesa di sassi
Un condannato a morte in una cella di una prigione
Un neon acceso in una stanza buia
Due innamorati che si baciano sotto un bombardamento
Una chiesa in un paese musulmano
Una moschea in un paese cristiano
Una casbah in mezzo ad una città Europea

Ancora:

Non c’è nessuna intenzione di salvezza nel viaggio di Ponte Radio dalle porte della Palestina agli alberi del Libano, solo un andare incontro alle cose, rapirle e giocarle con gli abitanti di questi luoghi. Un viaggio che parte dal sottosuolo per arrivare alla superficie visibile.
Buffo mettere Dante nelle strade impolverate del Medioriente, tra chiese e moschee, come un bambino che si è perso e se ne va in giro, senza cercare la strada di casa.
Ecco perchè questa nuova avventura di Ponte Radio si diverte a pensare di essere quasi dantesca ma sicuramente non salvifica.

Lo spettacolo NERO-inferno è stato messo in scena per la prima volta a Jenin, in Palestina, il 13 giugno 2008, dal compositore Alessandro Taddei e dall’attore Enrico Caravita di Ponte Radio. Sul palcoscenico si muovono venti bambini, in totale silenzio; portano dei pannelli neri — tutto è nero. Questi pannelli recano scritte delle parole arabe, tra cui la parola bahar, mare. I pannelli sono confini, barriere che si incrociano, si scontrano, cadono; i grafemi arabi si fanno disegno, pittura. (Articolo di Michele Giorgio su il Manifesto Internazionale, 24/6/2008.)
NERO-inferno ha portato il silenzio a Jenin, roccaforte storica dell’Intifada e teatro, nel 2002, di uno dei peggiori episodi della guerra israelo-palestinese (la distruzione, da parte delle ruspe dell’esercito israeliano, di quasi metà del campo profughi). Il silenzio per far riemergere le cose, così come esse sono — i frammenti della vita sovrastati dagli eventi. Nessun intento salvifico: Dante se ne va a spasso ma le pagine rimangono bianche. O nere.

Guarda la galleria fotografica del Gruppo Ponte Radio su Flickr.

Commenti disabilitati su Nero

GLOBALIZZAZIONE, CRISI, CONDIZIONI E LOTTE DEGLI IMMIGRATI: i seminari del Master sull’Immigrazione

Posted in eventi e incontri, venezia by Daniela on 24 febbraio 2009

Globalizzazione, crisi, e lotte degli immigrati è il titolo della serie di seminari aperti al pubblico che il Master sull’Immigrazione dell’Università Ca’ Foscari di Venezia organizza nelle prossime settimane.

Gli incontri, distribuiti nei mesi di febbraio, marzo e aprile, si terranno in varie sedi dell’Università veneziana e si concentreranno su argomenti oggi di grande rilevanza, portati alla ribalta da numerose notizie che non solo ogni giorno entrano nelle nostre case grazie a TG e programmi vari, ma anche — e sempre più frequentemente — fanno parte della realtà quotidiana di molti di noi e, perciò, cominciano a riguardaci molto più da vicino: globalizzazione, crisi economica e immigrazione.

La discussione sarà portata avanti da professori che arrivano da alcune delle più importanti Università di Londra, di Parigi e degli Stati Uniti.

Ecco il calendario dei seminari:

venerdì 27 febbraio, ore 14.30-18.30
L’ideologia neo-liberista: origini, trionfo, catastrofe
Alex Callinicos, King’s College, London
Sala Conferenze, Palazzo Malcanton, Dorsoduro 3484/D

sabato 28 febbraio, ore 9.00-13.00
Il dibattito critico internazionale sulla globalizzazione
Alex Callinicos, King’s College, London
Aula Padoan, Facoltà di Lettere e Filosofia, San Sebastiano, Dorsoduro 1686

venerdì 6 marzo, ore 14.30-18.30
La globalizzazione finanziaria degli ultimi trent’anni
François Chesnais, Paris XIII Villetaneuse
Sala Conferenze, Palazzo Malcanton, Dorsoduro 3484/D

sabato 7 marzo, ore 9.00-13.00
Le conseguenze economico-sociali della grande crisi
François Chesnais, Paris XIII Villetaneuse
Aula Padoan, Facoltà di Lettere e Filosofia, San Sebastiano, Dorsoduro 1686

mercoledì 1° aprile, ore 14.30-18.30
La militarizzazione della politica migratoria negli Stati Uniti
Justin Akers Chacón, San Diego University
Sala Blu, Istituto Canossiano, Fondamenta de le Romite, Dorsoduro 1323

giovedì 2 aprile, ore 9.00-13.00
La lotta per i diritti degli immigrati negli Stati Uniti
Justin Akers Chacón, San Diego University
Aula Padoan, Facoltà di Lettere e Filosofia, San Sebastiano, Dorsoduro 1686

Università Ca' Foscari

Per maggiori informazioni, contattare la segreteria del Master sull’Immigrazione:

email: masterim@unive.it
telefono: 041 23 46 019 / 041 23 46 018

o consultare il sito: www.unive.it/masterim


Photography by mr brown (creative commons): thank you so much!

Padox sbarcati con successo!

Posted in eventi e incontri, venezia by Redazione on 19 febbraio 2009

Come annunciato in un post di qualche settimana fa, questi giorni di Carnevale hanno visto l’arrivo, a Venezia, di un’insolita compagine di personaggi dal grosso testone e col cappotto fuori moda. Se li avete visti girare per le calli vi sarete chiesti: chi sono costoro? Da dove vengono? Cosa ci fanno qui?

Margherita Piantini di Gemmes et Compagnie (Parigi) ci racconta com’è stato l’arrivo in Laguna dei Padox.


Buongiorno a tutti,

I Padox, dopo un viaggio lungo e faticoso sono infine sbarcati a Venezia e sono attualmente graditi ospiti, come previsto, del magnifico Palazzo Cavagnis presso Santa Maria Formosa.
Afgani, Kossovari, Albanesi, Ucraini, un Marocchino e una Kirghizistanese amichevolmente riuniti insieme a giovani italiani universitari e professionisti, liceali del
Foscarini e del Benedetti di Venezia e gli artisti francesi di Compagnie D.Houdart – J.Heuclin e di Gemmes et Compagnie.

Il gruppo si è incontrato ieri per la prima volta tra l’emozione, la curiosità e un po’ d’imbarazzo, presto superato dalla simpatia semplice e amichevole di ognuno e dalla verve di Dominique Houdart e la sua troupe che hanno subito presentato il loro Padox. Questo grosso e impacciato straniero, tanto brutto quanto tenero e gentile, ha in pochi momenti conquistato l’animo di ognuno con la sua personalità semplice e ingenua, generosa e curiosa, sempre disponibile.

Ne è stato spiegato il percorso teatrale e artistico, i viaggi nel mondo, il significato volutamente sociale e politico profondamente anti-razzista, e poi: azione!
Con una serie di esercizi e dimostrazioni i partecipanti hanno incominciato ad apprenderne i gesti, a comprenderne i comportamenti ed i sentimenti che li determinano, e la dinamica dell’agire in gruppo: la concentrazione sulla propria azione e l’attenzione costante all’altro, una coscienza vigile che il regista non ha esitato a chiamare il senso della democrazia.
Infine per la prima volta è stato indossato da tutti il costume completo con la grossa maschera, e le piccole goffe mani dei nuovi Padox si sono incontrate.

Per 4 ore l’attenzione, l’interesse artistico e il piacere di essere insieme non hanno mai abbandonato il salone d’onore dell’antico palazzo dove i Padox veneziani hanno visto i loro primi passi, ed oggi si continua lo stage per prepararsi ad incontrare il pubblico giovedì in Campo Santa Maria Formosa.

– Margherita Piantini

Qui sotto, la prima parte del video dello sbarco dei Padox a Seul, in Corea, lo scorso settembre.

Ricordiamo gli appuntamenti dei Padox a Venezia:

giovedì 19 febbraio
ore 15, 16.30, 18: Campo Santa Maria Formosa

venerdì 20
ore 15, 16.30, 18: Campo Santa Maria Formosa

sabato 21
ore 15: Campo Santa Maria Formosa
ore 18 percorso Santa Maria Formosa-S.Marco
ore 21: Piazza S.Marco

domenica 22
ore 15, 16.30, 18: Campo Santa Maria Formosa

e a Mestre:

lunedì 23
ore 16.30: Stazione di Mestre e Via Monte S.Michele
ore 18:  Piazza Ferretto

martedì 24
ore 15: Piazzetta S.Francesco
ore 16.30: Giardinetti di Via Piave
ore 18: spettacolo finale al Teatro Momo (via Dante 81)

Per seguire la vicenda dei Padox su questo blog, clicca sulla tag!

NIGRA SUM SED FORMOSA

Posted in eventi e incontri, venezia by Redazione on 18 febbraio 2009

Una notizia sul sito dell’Università Ca’ Foscari comunica che il Dipartimento di Storia delle Arti e Conservazione dei Beni Artistici sta cercando dieci persone che ricoprano il ruolo di “mediatori culturali” (le virgolette non sono nostre) per la mostra “NIGRA SUM SED FORMOSA. Sacro e bellezza dell’Etiopia cristiana”, che aprirà le porte il prossimo 12 marzo presso la sede principale della stessa Università.
Per chiedere di partecipare, basta inviare il proprio curriculum vitae, accompagnato da una breve lettera motivazionale, all’indirizzo 955634@stud.unive.it entro il prossimo 25 febbraio. L’opportunità è riservata agli studenti di Ca’ Foscari, per i quali è previsto anche il riconoscimento di crediti formativi o di attività di stage.

La mostra — che prende il titolo da un celebre verso del Cantico dei Cantici (1,5) — è la prima, in Italia, ad essere interamente dedicata all’arte etiope, la cui storia è più che millenaria. Non è un caso che sia proprio Venezia ad ospitare l’esposizione: fin dal ‘400, infatti, la Serenissima ha avuto legami molto stretti (economici, religiosi, culturali) con l’impero del Corno d’Africa.
I curatori Giuseppe Barbieri, Gianfranco Fiaccadori e Mario Di Salvo hanno dato alla mostra l’andamento di un racconto, incentrato su alcune figure centrali della storia etiope, quali la Regina di Saba, il Re Lâlibalâ, il re Zar’a Ya’qob. Trait d’union del percorso artistico è la religiosità, giudaica prima e cristiana poi, che ha contribuito a caratterizzare la cultura etiope nell’ambito africano e mediorientale.

La mostra resterà aperta dal 13 marzo al 10 maggio 2009, nella sede Esposizioni di Ca’ Foscari (Dorsoduro 3246, Venezia). La presentazione sarà giovedì 12 marzo alle ore 12, presso la sala riunioni al primo piano dello stesso palazzo.

Per maggiori informazioni, rimandiamo a questo articolo.


Picture by bookchen (creative commons): thanks!

Contatto con i Padox

Posted in eventi e incontri, venezia by enricabordignon on 31 gennaio 2009

i Padox

Mettere in scena l’altrove, il senso di estraneità ma anche l’emozione e l’incontro che caratterizzano quel grande evento contemporaneo che è l’immigrazione: è questa l’intuizione del regista Dominique Houdart che, attraverso i Padox, offre un’emozionante esperienza artistica, significativamente sociale e culturale, uno spazio per riflettere sulla solidarietà e sull’apertura verso l’Altro.

fai click per ingrandire

I Padox sono marionette abitabili dall’aspetto “diverso”, che sulla strada, nelle piazze e nei festivals dal 1986 hanno già incontrato migliaia di persone in Francia, Norvegia, Repubblica Ceca, Canada, Corea, Brasile…
Promossi dal Comune di Venezia, vedranno la loro inclusione nel programma ufficiale di SENSATION 2009 del Carnevale di Venezia, nell’ambito delle esperienze sensoriali (tema del Carnevale) legate al Tatto, poiché il toccare, il con-tatto è il modo il esprimersi dei Padox.

fai click per ingrandire

La proposta è quella di uno stage formativo della durata di nove giorni, da lunedì 16 a martedì 24 febbraio 2009, a cura della Compagnie D. Houdart – J. Heuclin e della Gemmes et Compagnie.

La partecipazione è libera e gratuita, particolarmente consigliata a chi vive l’esperienza dell’immigrazione, e prevederà molteplici incontri con il pubblico del Carnevale di Venezia, appunto nelle vesti di Padox, ed uno spettacolo finale martedì 24 febbraio alle 18.30 al Teatro Momo di Mestre.

fai click per ingrandire

Per informazioni ed iscrizioni:

Margherita Piantini +39 348 09 34 187
margherita.piantini@tin.it
www.compagnie-houdart-heuclin.fr
www.gemmesetcompagnie.com

…Guarda la locandina!

Per seguire la vicenda dei Padox su questo blog, clicca sulla tag!

VeniceMED(F)EST

Posted in eventi e incontri, venezia by Redazione on 2 luglio 2008

Inizia dopodomani VeniceMED(F)EST, Festival delle culture del Mediterraneo e dell’Est Europa, con eventi di diverse sezioni ed ambiti disciplinari, in scena a Mestre e Venezia dal 4 luglio al 3 agosto. Leggi la presentazione oppure guarda il programma completo del Festival.

Nell’ambito di VeniceMED(F)EST, avrà luogo, da venerdì a domenica di questa settimana (4-6 luglio) al Parco del Piraghetto di Mestre, Le voci delle donne.

Riportiamo dal sito ufficiale:

“Le voci delle donne” vuole essere un assaggio, breve ma intenso, di un “capovolgimento” di prospettiva. Accanto ad un’attenzione particolare riservata ad una presenza “femminile” nient’affatto scontata, artisticamente legata alle sonorità di una raffinata polifonia popolare (Actores Alidos), e alla decennale ricerca etnomusicale di Giovanna Marini, spicca il primo appuntamento teatrale a cura dei MARGINeMIGRANTE, “Romances”, nel quale la dimensione di stabilità stanziale dei cittadini “normali” (chiamati GAGI) è vista attraverso l’occhio poetico dei cittadini ROM. Il Parco del Piraghetto a partire dalle ore 18.30 ospiterà, nei tre giorni di svolgimento della manifestazione accanto ad attività di animazione interculturale per i bambini, gazebi delle associazioni degli immigrati, un’installazione permanente di stand gastronomici dalla Sardegna. Importante l’incontro con una giovanissima e famosa scrittrice “italiana” di genitori egiziani, Randa Ghazy. “Voci delle donne” è stata curata dal Centro Donna Multiculturale di Villa Franchin con la collaborazione di diverse associazioni di donne immigrate di Venezia e Mestre.

Venerdì 4 luglio
ore 18.30, Parco Piraghetto
Randa Ghazy
Presentazione del libro: “Oggi forse non ammazzo nessuno” (Fratelli Fabbri Editori)
ore 21, Parco Piraghetto
MARGINeMIGRANTE
“Romances”
regia di Beatrice Sarosiek; con Anna Manfio, Anna Serlenga, Aurora Diotti, Laura Serena, Margherita Fantoni, Tommaso Franchin

Sabato 5 Luglio
ore 18.30
, Parco Piraghetto
Sfilata di  Moda Africana
ore 21, Parco Piraghetto
ACTORES ALIDOS
Valeria Pilia, voce; Alessandra Leo, voce; Roberta Locci, voce; Valeria Parisi, voce; Manuela Sanna, voce; Orlando Mascia, launeddas, sulitu, trunfa, organetto

Domenica 6 luglio
ore 21
, Parco Piraghetto
GIOVANNA MARINI
“Buongiorno e buonasera”
Giovanna Marini, voce, chitarra; Patrizia Nasini, voce

 

Commenti disabilitati su VeniceMED(F)EST

Giornata Mondiale del Rifugiato

Posted in eventi e incontri, venezia by Redazione on 19 giugno 2008

Marta Gomez

In occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato, ricorrente domani venerdì 20 giugno 2008, il Comune di Venezia organizza una serie di importanti incontri e appuntamenti, chiusa in bellezza dal concerto di Marta Gomez all’Auditorium Santa Margherita.

Questo il programma in sintesi:
ore 10, a Ca’ Farsetti (Municipio di Venezia), confronto tra giornalisti ed esperti del settore sul tema media, rifugiati e diritto d’asilo; partecipano Caroline Brothers dell’International Herald Tribune, Dietmar Polaczek, già corrispondente del Frankfuter Allgemeine Zeitung, il professor Asher Colombo dell’Università di Bologna e il professor Bruce Leimsidor dell’Università Cà Foscari di Venezia
ore 11, sempre a Ca’ Farsetti, incontro istituzionale di riflessione sul tema della promozione del diritto d’asilo, alla presenza del Sindaco Massimo Cacciari e dell’Assessore alle Politiche Sociali Sandro Simionato; partecipano, tra gli altri, Gino Strada di Emergency, la cantante Marta Gomez, il vice prefetto Antonino Gulletta e Rosanna Marcato, responsabile dell’iRaR (Servizio Pronto Intervento Sociale Non Residenti)
ore 21, all’Auditorium Santa Margherita, concerto di Marta Gomez (ingresso libero fino ad esaurimento posti).

All’interno dei festeggiamenti per la Giornata Mondiale del Rifugiato si inserisce anche la festa di domenica 22 giugno presso il Centro d’Accoglienza BOA (Forte Rossarol, Tessera), a partire dalle ore 16. I rifugiati ospiti del centro proporranno cibi, giochi, spettacoli e musiche.

Per maggiori informazioni, visitate la pagina della Giornata Mondiale del Rifugiato nel sito del Comune di Venezia.

 

Commenti disabilitati su Giornata Mondiale del Rifugiato