Migranti a Venezia

Otto marzo in armonia

Posted in eventi e incontri, venezia by enricabordignon on 7 marzo 2009

"mimose 2008" foto di pietro.c da Flickr (cc)

Se volete un consiglio per orientarvi nella babele degli eventi dell’otto marzo, con piacere facciamo da tramite a un invito proveniente dallo Sportello Informativo per le Associazioni di Immigrati del Servizio Immigrazione del Comune di Venezia:

L’associazione moldava “ARMONIA” presenta uno spettacolo di canto e musica (a cura del gruppo musicale Armonia), al Cinema Dante di Mestre.

Il presidente dell’associazione, Petru Dinjos mi racconta che si tratta di un concerto di respiro internazionale essendo, la loro, un’associazione nata per la multiculturalità. L’invito quindi, è rivolto proprio a tutti indipendentemente dalle provenienze geografiche, per una mattinata di condivisione e scambio all’insegna del mantenimento delle tradizioni e delle culture popolari!

Il programma prevede, dopo i doverosi auguri a tutte le donne, dei pezzi classici molto orecchiabili, dei brani italiani e successivamente brani russi, ucraini, moldavi ecc…intervallati da momenti, molto interessanti, di presentazione dei diversi strumenti utilizzati! L’appuntamento è per domenica 8 marzo al Cinema Dante di Mestre, in via Sernaglia, dalle ore 10.00 alle ore 12.00.

Grazie a pietro.c per la foto!

Annunci

Commenti disabilitati su Otto marzo in armonia

L’obiettivo di J. E. Atwood sulle badanti

Posted in eventi e incontri by enricabordignon on 31 gennaio 2009

atwood1

Una nota fotografa del sociale, Jane Evelyne Atwood, è autrice di una serie di scatti su un tema molto italiano: le badanti.

La mostra che ne è scaturita, della quale segnaliamo il catalogo, è stata ospite nell’ottobre 2008, del Centro Trevi di Bolzano e prende il nome di “Badate: Rapporti bilaterali Bolzano-Ucraina“. Si tratta di uno scorcio intenso e vibrante della vita di Daria, badante ucraina, e delle sue assistite ritratte nella loro quotidianità.

Jane Evelyne Atwood è una delle maggiori fotoreporter del mondo, capace di penetrare in universi che la maggior parte di noi non conosce o preferisce ignorare. Le sue storie nascono da una dedizione e un coinvolgimento profondo, ma non rinunciano mai all’oggettività. Queste particolarità hanno portato la Provincia Autonoma di Bolzano-Alto Adige, ad affidare alla fotografa americana la realizzazione di questo reportage.

Il catalogo è edito da Silvana Editoriale.

Per una visione più ampia del suo lavoro, vi invitiamo a visitare il sito di Jane Eveyne Atwood:

www.janeevelynatwood.com

Commenti disabilitati su L’obiettivo di J. E. Atwood sulle badanti