Migranti a Venezia

Genera/Azioni: secondo seminario

Posted in eventi e incontri, venezia by enricabordignon on 11 maggio 2009

foto di archifield da Flickr (cc)

E’ previsto per il pomeriggio di domani, 12 maggio, il secondo seminario promosso dal Servizio Immigrazione nell’ambito del progetto Genera/Azioni (vedi nostro post precedente) dal titolo “Seconde generazioni: azioni innovative e comunicazione“.

Dalle 15 alle 19 presso la Sala Sistina del Laurentianum, (in Piazza Ferretto a Mestre) si susseguiranno gli interventi di Laura Castellani che parlerà del progetto Mentoring e degli interventi peer-to-peer, Maurizio Busacca che offrirà degli spunti di riflessione sulle esperienze dei laboratori creativi e di comunicazione e di Marta Anselmi e Alessandra Bastasin che parleranno di laboratori innovativi e prevenzione, in particolare dell’esperienza di un laboratorio di sartoria creativa.

Con la conduzione di Gianfranco Bonesso (Responsabile del Servizio Immigrazione del Comune di Venezia) seguirà un dibattito. L’incontro è aperto a tutti, è gradita la conferma via mail al seguente indirizzo: cittadinistranieri@comune.venezia.it

Grazie a archifield per la foto!
Annunci

Commenti disabilitati su Genera/Azioni: secondo seminario

Italiano e cucito: mostra fotografica

Posted in eventi e incontri, venezia by Daniela on 9 maggio 2009

foto di Daniela Gesmundo

Domani, domenica 10 maggio, dalle 10 alle 19 in piazza Ferretto a Mestre si terrà il Mercatino della Solidarietà. A questa iniziativa (organizzata dalla Municialità di Mestre-Carpenedo, dall’Assessorato alle Politiche Sociali e ai Rapporti con il Volontariato del Comune di Venezia e dalla Protezione Civile) parteciperanno numerose associazioni del territorio mestrino e non solo; i proventi raccolti durante la giornata verranno utilizzati per attivare un progetto del Comitato Donne XXV Aprile che sostiene le donne vittime di violenza accolte dal Centro Antiviolenza del Comune di Venezia.

All’interno dell’evento verrà ospitata l’esposizione fotografica “Italiano e cucito: intrecci di fili e parole”. Essa nasce dall’esperienza del laboratorio di Italiano e cucito attivato lo scorso dicembre dal Servizio Immigrazione del Comune di Venezia, nel quale le protagoniste sono le donne. Il progetto, rivolto esclusivamente a donne straniere, è nato grazie alla collaborazione del Servizio Immigrazione con il Comitato Donne “XXV Aprile” e ha avuto come obiettivi non solo l’insegnamento dell’italiano attraverso l’esperienza del cucito ma anche, e soprattutto, il creare sinergie tra donne di culture e vissuti diversi.

Il laboratorio si è tenuto in una sala del Centro Civico di viale San Marco ed è iniziato, prima di tutto, con un’infarinatura delle basi di italiano tenuta dalla facilitatrice Federica Bocca. In un secondo momento, durante uno dei due incontri settimanali, le signore del Comitato XXV Aprile hanno portato e insegnato alla classe le loro conoscenze di cucito e sono state accolte con entusiasmo e calore dalle partecipanti. Quello che è nato da questo incontro sarà esposto nella mostra ed è il frutto di un bellissimo percorso, fatto insieme negli ultimi mesi per promuovere ed incentivare lo scambio culturale in entrambi i sensi.

Le foto sono opera di Daniela Gesmundo, volontaria del Servizio Civile Nazionale presso il Servizio Immigrazione (attiva anche su questo blog!), che ha seguito l’intero laboratorio di Italiano e cucito in qualità di tutor. La mostra è stata curata da Daniela Gesmundo e Nicola Bonaldi.

volantino

In alto, una delle foto esposte alla mostra; qui sopra, il volantino.

Commenti disabilitati su Italiano e cucito: mostra fotografica

Cucire in italiano

Posted in venezia by Redazione on 27 giugno 2008

E’ in corso a Mestre, in via Querini 15, la mostra CUCIRE IN ITALIANO, che espone i prodotti e il percorso dell’omonimo laboratorio di sartoria e lingua italiana per ragazze straniere, conclusosi in maggio.

Il laboratorio, organizzato da Marta Anselmi e Alessandra Bastasin del Servizio Immigrazione (Servizio Immigrazione e Promozione dei Diritti di Cittadinanza del Comune di Venezia) nel quadro del progetto Genera/Azioni, è nato per dare una risposta alla presenza, nel territorio veneziano, di ragazze tra i 14 e i 18 anni che si trovano fuori dai circuiti scolastici e formativi, appartenenti a famiglie numerose dove affiancano le madri nelle attività domestiche.
Per le ragazze (provenienti in gran parte da Bangladesh e Macedonia) il laboratorio è stato un’occasione  di socializzazione e ritrovo al di fuori dalla famiglia, dove scambiare ed arricchire le tecniche e le conoscenze di sartoria, praticare la lingua italiana nonché acquisire elementi basilari del vivere in Italia.

Il laboratorio si articolava in due incontri settimanali: uno di lingua, condotto da un’esperta in insegnamento dell’italiano agli stranieri; l’altro di sartoria, tenuto da un’operatrice del Servizio Immigrazione esperta in sartoria e da un atelierista.
Hanno collaborato: Barbara Bonadio, facilitatrice linguistica; Katiba Modelli, operatrice esperta in sartoria; Davide Skerlj, atelierista; Monica Akter e  Paola Speranza, mediatrici linguistico-culturali; Federica Bocca, volontaria Servizio Civile Nazionale.

La mostra, inaugurata lo scorso 10 giugno (guarda la locandina), durerà fino al 31 luglio; l’apertura al pubblico è tutti i martedì dalle 15.30 alle 17.30. Per informazioni, chiamare lo 041 274 95 15.
Questo è il testo del comunicato stampa; questa e quest’altra sono due foto scattate il giorno dell’inaugurazione.

 

Commenti disabilitati su Cucire in italiano