Migranti a Venezia

GLOBALIZZAZIONE, CRISI, CONDIZIONI E LOTTE DEGLI IMMIGRATI: i seminari del Master sull’Immigrazione

Posted in eventi e incontri, venezia by Daniela on 24 febbraio 2009

Globalizzazione, crisi, e lotte degli immigrati è il titolo della serie di seminari aperti al pubblico che il Master sull’Immigrazione dell’Università Ca’ Foscari di Venezia organizza nelle prossime settimane.

Gli incontri, distribuiti nei mesi di febbraio, marzo e aprile, si terranno in varie sedi dell’Università veneziana e si concentreranno su argomenti oggi di grande rilevanza, portati alla ribalta da numerose notizie che non solo ogni giorno entrano nelle nostre case grazie a TG e programmi vari, ma anche — e sempre più frequentemente — fanno parte della realtà quotidiana di molti di noi e, perciò, cominciano a riguardaci molto più da vicino: globalizzazione, crisi economica e immigrazione.

La discussione sarà portata avanti da professori che arrivano da alcune delle più importanti Università di Londra, di Parigi e degli Stati Uniti.

Ecco il calendario dei seminari:

venerdì 27 febbraio, ore 14.30-18.30
L’ideologia neo-liberista: origini, trionfo, catastrofe
Alex Callinicos, King’s College, London
Sala Conferenze, Palazzo Malcanton, Dorsoduro 3484/D

sabato 28 febbraio, ore 9.00-13.00
Il dibattito critico internazionale sulla globalizzazione
Alex Callinicos, King’s College, London
Aula Padoan, Facoltà di Lettere e Filosofia, San Sebastiano, Dorsoduro 1686

venerdì 6 marzo, ore 14.30-18.30
La globalizzazione finanziaria degli ultimi trent’anni
François Chesnais, Paris XIII Villetaneuse
Sala Conferenze, Palazzo Malcanton, Dorsoduro 3484/D

sabato 7 marzo, ore 9.00-13.00
Le conseguenze economico-sociali della grande crisi
François Chesnais, Paris XIII Villetaneuse
Aula Padoan, Facoltà di Lettere e Filosofia, San Sebastiano, Dorsoduro 1686

mercoledì 1° aprile, ore 14.30-18.30
La militarizzazione della politica migratoria negli Stati Uniti
Justin Akers Chacón, San Diego University
Sala Blu, Istituto Canossiano, Fondamenta de le Romite, Dorsoduro 1323

giovedì 2 aprile, ore 9.00-13.00
La lotta per i diritti degli immigrati negli Stati Uniti
Justin Akers Chacón, San Diego University
Aula Padoan, Facoltà di Lettere e Filosofia, San Sebastiano, Dorsoduro 1686

Università Ca' Foscari

Per maggiori informazioni, contattare la segreteria del Master sull’Immigrazione:

email: masterim@unive.it
telefono: 041 23 46 019 / 041 23 46 018

o consultare il sito: www.unive.it/masterim


Photography by mr brown (creative commons): thank you so much!
Annunci

Appello al divieto di segnalazione

Posted in notizie by Redazione on 2 febbraio 2009

Medici Senza Frontiere (MSF), Associazione Studi Giuridici sull’Immigrazione (ASGI), Società Italiana di Medicina delle Migrazioni (SIMM) e Osservatorio Italiano sulla Salute Globale (OISG) lanciano un appello per chiedere ai Senatori di respingere l’emendamento che elimina il principio di non segnalazione alle autorità per gli immigrati irregolari che si rivolgono a una struttura sanitaria.

L’attuale Testo Unico sull’Immigrazione (Decreto Legislativo 286 del 1998) prevede che «l’accesso alle strutture sanitarie da parte dello straniero non in regola con le norme sul soggiorno non può comportare alcun tipo di segnalazione all’autorità, salvo i casi in cui sia obbligatorio il referto, a parità di condizioni con il cittadino italiano».

Il rischio di essere segnalato creerebbe nell’immigrato privo di permesso di soggiorno e bisognoso di cure mediche una reazione di paura e diffidenza, in grado di ostacolarne l’accesso alle strutture sanitarie. Ciò potrebbe creare condizioni di salute particolarmente gravi per gli stranieri – con aumenti dei costi legati alla necessità di interventi più complessi e prolungati – e ripercussioni sulla salute collettiva – con il rischio di diffusione di eventuali focolai di malattie trasmissibili.

La cancellazione del principio di non segnalazione vanificherebbe inoltre un’impostazione che nei 13 anni di applicazione (il principio è presente nell’ordinamento italiano già dal 1995) ha prodotto importanti successi nella tutela sanitaria degli stranieri: riduzione dei tassi di Aids, stabilizzazione di quelli relativi alla Tubercolosi, riduzione degli esiti sfavorevoli negli indicatori materno-infantili (basso peso alla nascita, mortalità perinatale e neonatale…).

MSF, SIMM, ASGI e OISG invitano la società civile a sottoscrivere l’appello ai Senatori (…).