Migranti a Venezia

Italiano e cucito: mostra fotografica

Posted in eventi e incontri, venezia by Daniela on 9 maggio 2009

foto di Daniela Gesmundo

Domani, domenica 10 maggio, dalle 10 alle 19 in piazza Ferretto a Mestre si terrà il Mercatino della Solidarietà. A questa iniziativa (organizzata dalla Municialità di Mestre-Carpenedo, dall’Assessorato alle Politiche Sociali e ai Rapporti con il Volontariato del Comune di Venezia e dalla Protezione Civile) parteciperanno numerose associazioni del territorio mestrino e non solo; i proventi raccolti durante la giornata verranno utilizzati per attivare un progetto del Comitato Donne XXV Aprile che sostiene le donne vittime di violenza accolte dal Centro Antiviolenza del Comune di Venezia.

All’interno dell’evento verrà ospitata l’esposizione fotografica “Italiano e cucito: intrecci di fili e parole”. Essa nasce dall’esperienza del laboratorio di Italiano e cucito attivato lo scorso dicembre dal Servizio Immigrazione del Comune di Venezia, nel quale le protagoniste sono le donne. Il progetto, rivolto esclusivamente a donne straniere, è nato grazie alla collaborazione del Servizio Immigrazione con il Comitato Donne “XXV Aprile” e ha avuto come obiettivi non solo l’insegnamento dell’italiano attraverso l’esperienza del cucito ma anche, e soprattutto, il creare sinergie tra donne di culture e vissuti diversi.

Il laboratorio si è tenuto in una sala del Centro Civico di viale San Marco ed è iniziato, prima di tutto, con un’infarinatura delle basi di italiano tenuta dalla facilitatrice Federica Bocca. In un secondo momento, durante uno dei due incontri settimanali, le signore del Comitato XXV Aprile hanno portato e insegnato alla classe le loro conoscenze di cucito e sono state accolte con entusiasmo e calore dalle partecipanti. Quello che è nato da questo incontro sarà esposto nella mostra ed è il frutto di un bellissimo percorso, fatto insieme negli ultimi mesi per promuovere ed incentivare lo scambio culturale in entrambi i sensi.

Le foto sono opera di Daniela Gesmundo, volontaria del Servizio Civile Nazionale presso il Servizio Immigrazione (attiva anche su questo blog!), che ha seguito l’intero laboratorio di Italiano e cucito in qualità di tutor. La mostra è stata curata da Daniela Gesmundo e Nicola Bonaldi.

volantino

In alto, una delle foto esposte alla mostra; qui sopra, il volantino.
Annunci

Commenti disabilitati su Italiano e cucito: mostra fotografica

Da zero a Internet

Posted in eventi e incontri, venezia by larafontani on 22 aprile 2009

"Sophisticated Blogger" di Mike Licht (cc)

In arrivo una nuova opportunità, rivolta alle donne, di conoscere ed imparare ad usare il computer ed Internet. Per tutte le principianti, italiane e straniere, partirà presto il corso di computer Da zero a Internet, che si svolgerà a Marghera presso il Centro Internet di via S. Antonio 4 e sarà gestito da un’insegnate ed un’assistente, entrambe esperte di informatica.

Il corso è gratuito e durerà dall’8 maggio al 5 giugno, sempre il mattino (dalle 9:30 alle 12), per un totale di 7 appuntamenti e 18 ore complessive. Questo il calendario delle lezioni:

venerdì 8 maggio
venerdì 15 maggio
venerdì 22 maggio
mercoledì 27 maggio
venerdì 29 maggio

mercoledì 3 giugno
mercoledì 5 giugno

Il corso è inserito nel Progetto Internet della Municipalità di Marghera e delle associazioni le calamite, Codess Cultura e UTL. L’iniziativa è finanziata e promossa dal Servizio Immigrazione del Comune di Venezia (Direzione Politiche Sociali, Partecipative e dell’Accoglienza).

Per informazioni ed iscrizioni, rivolgersi al Centro Internet di Marghera (tel. 041 53 83 497), aperto al pubblico in questi orari: martedì 11-13; mercoledì 17.30-19.30; giovedì 15.30-17.30.

Guarda la locandina del corso.

Thanks to Mike Licht for the picture!

Le sette donne dell’Ensemble Mehr

Posted in eventi e incontri, venezia by Sarah on 25 marzo 2009

foto di paf triz da Flickr (cc)

La primavera è iniziata ed anche il nuovo anno, in quello che è da considerare il vecchio mondo iranico.
In concomitanza con i festeggiamenti di  Nowruz (per i particolari consigliamo di visitare il sito di melograno.ir), che durano 13 giorni, con il contributo della Regione Veneto: la Conferenza dei Sindaci, la Cooperativa Olivotti, la Casa della Cultura Iraniana e il Comune di Dolo organizzano un concerto di musica tradizionale persiana. Dopo l’esordio in Italia nel 2007, in occasione dell’ottocentesimo anniversario della nascita del mistico persiano Jalal al-Din Rumi, torna ad esibirsi in l’ENSEMBLE MEHR. Il gruppo consta sette donne nate e formatesi artisticamente in Iran:

Mehrbanu, Voce
Parichehr Khajeh, Qanun
Shaghayegh Bakhtiary, Tar
Asana Borhan Azad, Barbat
Asareh Shekarchi, Kamanche
Goharnaz Masaeli, Tombak
Mojgan Abolfathi, Daf

La voce struggente di Mehrbanu e l’unione esemplare di tutti gli strumenti ci prendono per mano e ci conducono passo passo nell’universo mistico persiano. La straordinarietà di questo ensemble sta proprio nella capacità di mettere in scena poesie e suoni millenari reinterpretandoli in chiave contemporanea. L’appuntamento è per venerdì 27 marzo 2009, alle ore 21.00 a Dolo presso il Teatro Cinema Italia. L’ingresso è gratuito. Una seconda data è prevista per sabato 28 marzo al Teatro Astori di Mogliano Veneto (TV).

Grazie a paf triz per la foto!

Commenti disabilitati su Le sette donne dell’Ensemble Mehr

Uno sguardo sui diritti delle donne

Posted in eventi e incontri, venezia by enricabordignon on 19 marzo 2009

foto di αναρχία "Caterina Bonori" da Flickr (cc)

Venerdì 20 marzo presso la sede Ca’ Foscari BAUM (Palazzo Malcanton Marcorà, Dorsoduro 3484/D, Venezia), è previsto un incontro dibattito dal titolo: “Tradizioni, innovazioni, paradossi. Uno sguardo sui diritti delle donne nel Nord Africa a partire dall’Algeria“.

Dalle ore 16.30 verrà proiettato un documentario dal titolo “Il tutore della Signora Ministro” (Djamila Amzal, 2004) con a seguire gli interventi di Lucia Sorbera (studiosa di storia delle donne nei paesi arabi) e della regista Djamila Amzal. Previsto anche un dibattito con il pubblico introdotto da Oumaima Daoud (studentessa universitaria), Katiba Medelli (mediatrice linguistico culturale) e Sabiha Sfaxi (casalinga e mamma a tempo pieno).

Questo evento, promosso dal Comune di VeneziaCentro Donna Multiculturale / Servizio Cittadinanza delle donne e culture delle differenze — è organizzato in collaborazione con l’Università Ca’ Foscari — Master Mediazione Intermediterranea — ed è stato pensato in preparazione al Convegno MeriforAlgeria Oggi” previsto per il 23 e 24 marzo 2009 presso l’Auditorium Santa Margherita di Venezia.

Grazie a αναρχία "Caterina Bonori" per la foto!

Commenti disabilitati su Uno sguardo sui diritti delle donne

Riflessioni dal convegno “Salute e popolazioni migranti”

Posted in eventi e incontri by larafontani on 5 marzo 2009

l'attesa foto di bubuchia da Flickr (cc)

Presentiamo qui una breve relazione del convegno “Salute e popolazioni migranti”, tenutosi lo scorso sabato 28 febbraio a Treviso. Possiamo affermare, in guisa di bilancio, che si è trattato di una bella ed emozionante iniziativa.

La volontà degli organizzatori è stata, prima di tutto, di informare sia la cittadinanza italiana che quella immigrata sul tema della salute nel contesto migratorio; nonché di confrontare le opinioni e le pratiche tra le associazioni di migranti, gli operatori del settore sanitario, le ASL della provincia di Treviso e i medici di base. Come afferma Gianni Rasera, presidente di I Care, i rappresentanti politici non sono volutamente stati invitati perché si è sentita la necessità, prima, di un confronto aperto e disteso sul tema.

Gli interventi dei referenti delle associazioni di migranti hanno evidenziato non solo l’assurdità  dell’emendamento sull’abolizione del divieto di segnalazione, contenuto nel Ddl 733, ma anche il bisogno di intervenire nel servizio sanitario nazionale con lo strumento della mediazione linguistico-culturale — un bisogno non solo di traduzione del linguaggio medico specialistico al paziente straniero, ma anche di mediazione nella relazione medico-paziente. Si è parlato inoltre del bisogno di formazione del personale sanitario, per evitare fraintendimenti, e per comprendere fino in fondo i problemi di salute di chi proviene da altre culture.

Tamara Pozdnyakova, presidente di Ucraina più, ha portato l’attenzione sulla condizione delle donne impegnate nel lavoro di cura ed assistenza agli anziani: quando trovano il tempo per la propria salute? Le collaboratrici domestiche sono una categoria molto debole, perché spesso diventano “donne multiuso” (da  badanti a infermiere, a giardiniere, ecc.) e quando non servono più “vengono gettate”.

Il Dott. Aldo Morrone, direttore dell’Istituto nazionale per la salute dei migranti, che ha aperto i lavori della giornata, ha tenuto a riportare la sua attività di “medico dei poveri” all’ospedale S. Gallicano di Roma e le sue passate esperienze in paesi dilaniati dalla guerra, come Eritrea ed Etiopia. Il dottore ha chiamato in causa l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), che ha definito la povertà una malattia: non uno dei fattori o dei condizionamenti della malattia, ma la malattia stessa.

Rispetto all’emendamento, tutti gli intervenuti sono stati d’accordo nel definirlo anticostituzionale e antidemocratico, e i rappresentanti del mondo sanitario (l’Ordine dei medici di Treviso, le Asl, l’Accademia medico-giuridica delle Venezie, la Federazione italiana Medici Medicina Generale) hanno ribadito che nessun medico potrà denunciare una persona clandestina, dal momento che il codice deontologico parla molto chiaro in proposito.

La Dott.ssa Anna Pupo, responsabile del reparto malattie infettive del Servizio Igiene e Salute Pubblica del ULSS 9, ha fatto sapere che da Ottobre è attivo anche in Veneto un GRiS (Gruppo immigrazione e salute), che è un braccio regionale della SIMM, Società Italiana di Medicina delle Migrazioni, i cui obiettivi sono:

Essere un luogo d’informazione in particolare sugli aspetti normativi nazionali e locali, sulle iniziative intraprese e sugli ambiti assistenziali attivati; essere un luogo di “messa in rete” di competenze e risorse sia di tipo assistenziali sia formative ed, infine, essere propositivi in termini politico-organizzativi individuando aree critiche ed eventuali percorsi di tutela.

L’intervento di chiusura della giornata è spettato nuovamente al Dott. Aldo Morrone, il quale ha affermato che “bisogna seminare certezze” e che non è assolutamente necessario puntare la discussione sul rischio biologico, come spinge a fare l’emendamento, perché in questo modo si incentiva ancora di più la paura e il sospetto nei confronti della popolazione migrante.

Thanks to bubuchia for the picture!

Commenti disabilitati su Riflessioni dal convegno “Salute e popolazioni migranti”

VeniceMED(F)EST

Posted in eventi e incontri, venezia by Redazione on 2 luglio 2008

Inizia dopodomani VeniceMED(F)EST, Festival delle culture del Mediterraneo e dell’Est Europa, con eventi di diverse sezioni ed ambiti disciplinari, in scena a Mestre e Venezia dal 4 luglio al 3 agosto. Leggi la presentazione oppure guarda il programma completo del Festival.

Nell’ambito di VeniceMED(F)EST, avrà luogo, da venerdì a domenica di questa settimana (4-6 luglio) al Parco del Piraghetto di Mestre, Le voci delle donne.

Riportiamo dal sito ufficiale:

“Le voci delle donne” vuole essere un assaggio, breve ma intenso, di un “capovolgimento” di prospettiva. Accanto ad un’attenzione particolare riservata ad una presenza “femminile” nient’affatto scontata, artisticamente legata alle sonorità di una raffinata polifonia popolare (Actores Alidos), e alla decennale ricerca etnomusicale di Giovanna Marini, spicca il primo appuntamento teatrale a cura dei MARGINeMIGRANTE, “Romances”, nel quale la dimensione di stabilità stanziale dei cittadini “normali” (chiamati GAGI) è vista attraverso l’occhio poetico dei cittadini ROM. Il Parco del Piraghetto a partire dalle ore 18.30 ospiterà, nei tre giorni di svolgimento della manifestazione accanto ad attività di animazione interculturale per i bambini, gazebi delle associazioni degli immigrati, un’installazione permanente di stand gastronomici dalla Sardegna. Importante l’incontro con una giovanissima e famosa scrittrice “italiana” di genitori egiziani, Randa Ghazy. “Voci delle donne” è stata curata dal Centro Donna Multiculturale di Villa Franchin con la collaborazione di diverse associazioni di donne immigrate di Venezia e Mestre.

Venerdì 4 luglio
ore 18.30, Parco Piraghetto
Randa Ghazy
Presentazione del libro: “Oggi forse non ammazzo nessuno” (Fratelli Fabbri Editori)
ore 21, Parco Piraghetto
MARGINeMIGRANTE
“Romances”
regia di Beatrice Sarosiek; con Anna Manfio, Anna Serlenga, Aurora Diotti, Laura Serena, Margherita Fantoni, Tommaso Franchin

Sabato 5 Luglio
ore 18.30
, Parco Piraghetto
Sfilata di  Moda Africana
ore 21, Parco Piraghetto
ACTORES ALIDOS
Valeria Pilia, voce; Alessandra Leo, voce; Roberta Locci, voce; Valeria Parisi, voce; Manuela Sanna, voce; Orlando Mascia, launeddas, sulitu, trunfa, organetto

Domenica 6 luglio
ore 21
, Parco Piraghetto
GIOVANNA MARINI
“Buongiorno e buonasera”
Giovanna Marini, voce, chitarra; Patrizia Nasini, voce

 

Commenti disabilitati su VeniceMED(F)EST

Cucire in italiano

Posted in venezia by Redazione on 27 giugno 2008

E’ in corso a Mestre, in via Querini 15, la mostra CUCIRE IN ITALIANO, che espone i prodotti e il percorso dell’omonimo laboratorio di sartoria e lingua italiana per ragazze straniere, conclusosi in maggio.

Il laboratorio, organizzato da Marta Anselmi e Alessandra Bastasin del Servizio Immigrazione (Servizio Immigrazione e Promozione dei Diritti di Cittadinanza del Comune di Venezia) nel quadro del progetto Genera/Azioni, è nato per dare una risposta alla presenza, nel territorio veneziano, di ragazze tra i 14 e i 18 anni che si trovano fuori dai circuiti scolastici e formativi, appartenenti a famiglie numerose dove affiancano le madri nelle attività domestiche.
Per le ragazze (provenienti in gran parte da Bangladesh e Macedonia) il laboratorio è stato un’occasione  di socializzazione e ritrovo al di fuori dalla famiglia, dove scambiare ed arricchire le tecniche e le conoscenze di sartoria, praticare la lingua italiana nonché acquisire elementi basilari del vivere in Italia.

Il laboratorio si articolava in due incontri settimanali: uno di lingua, condotto da un’esperta in insegnamento dell’italiano agli stranieri; l’altro di sartoria, tenuto da un’operatrice del Servizio Immigrazione esperta in sartoria e da un atelierista.
Hanno collaborato: Barbara Bonadio, facilitatrice linguistica; Katiba Modelli, operatrice esperta in sartoria; Davide Skerlj, atelierista; Monica Akter e  Paola Speranza, mediatrici linguistico-culturali; Federica Bocca, volontaria Servizio Civile Nazionale.

La mostra, inaugurata lo scorso 10 giugno (guarda la locandina), durerà fino al 31 luglio; l’apertura al pubblico è tutti i martedì dalle 15.30 alle 17.30. Per informazioni, chiamare lo 041 274 95 15.
Questo è il testo del comunicato stampa; questa e quest’altra sono due foto scattate il giorno dell’inaugurazione.

 

Commenti disabilitati su Cucire in italiano

Dar voce alle voci

Posted in eventi e incontri, venezia by Redazione on 23 giugno 2008

Domani, martedì 24 giugno, presso la saletta seminariale del Centro culturale Candiani di Mestre, si terrà l’incontro DAR VOCE ALLE VOCI (“raccontarsi attraverso i propri scritti e le esperienze di donne straniere”), organizzato dal Servizio Cittadinanza delle Donne e Culture delle Differenze e dal Centro Donna Multiculturale.

Saranno presenti:
Gabriela Camozzi, Servizio Cittadinanza delle Donne e Culture delle Differenze
Nadia Maria Filippini, docente Università Ca’ Foscari
Andreyanna Ivanchenko, docente Università di Kharkov (Ucraina)
Lucia Conte, Centro Donna Multiculturale

Letture di Elena (Moldavia), Aizura (Kirgikistan), Mine (Albania).

 

Tagged with: , ,

Commenti disabilitati su Dar voce alle voci