Migranti a Venezia

Cucire in italiano

Posted in venezia by Redazione on 27 giugno 2008

E’ in corso a Mestre, in via Querini 15, la mostra CUCIRE IN ITALIANO, che espone i prodotti e il percorso dell’omonimo laboratorio di sartoria e lingua italiana per ragazze straniere, conclusosi in maggio.

Il laboratorio, organizzato da Marta Anselmi e Alessandra Bastasin del Servizio Immigrazione (Servizio Immigrazione e Promozione dei Diritti di Cittadinanza del Comune di Venezia) nel quadro del progetto Genera/Azioni, è nato per dare una risposta alla presenza, nel territorio veneziano, di ragazze tra i 14 e i 18 anni che si trovano fuori dai circuiti scolastici e formativi, appartenenti a famiglie numerose dove affiancano le madri nelle attività domestiche.
Per le ragazze (provenienti in gran parte da Bangladesh e Macedonia) il laboratorio è stato un’occasione  di socializzazione e ritrovo al di fuori dalla famiglia, dove scambiare ed arricchire le tecniche e le conoscenze di sartoria, praticare la lingua italiana nonché acquisire elementi basilari del vivere in Italia.

Il laboratorio si articolava in due incontri settimanali: uno di lingua, condotto da un’esperta in insegnamento dell’italiano agli stranieri; l’altro di sartoria, tenuto da un’operatrice del Servizio Immigrazione esperta in sartoria e da un atelierista.
Hanno collaborato: Barbara Bonadio, facilitatrice linguistica; Katiba Modelli, operatrice esperta in sartoria; Davide Skerlj, atelierista; Monica Akter e  Paola Speranza, mediatrici linguistico-culturali; Federica Bocca, volontaria Servizio Civile Nazionale.

La mostra, inaugurata lo scorso 10 giugno (guarda la locandina), durerà fino al 31 luglio; l’apertura al pubblico è tutti i martedì dalle 15.30 alle 17.30. Per informazioni, chiamare lo 041 274 95 15.
Questo è il testo del comunicato stampa; questa e quest’altra sono due foto scattate il giorno dell’inaugurazione.

 

Annunci

Commenti disabilitati su Cucire in italiano

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: